“Officina Bardini” dal 30 settembre la mostra a Firenze

Mostra Officina Bardini a Firenze

Alla scoperta dell’affascinante mondo dell’antiquariato e del patrimonio artistico raccolto da Stefano Bardini e dal Figlio Ugo: una mostra a Museo Stefano Bardini, realizzata anche con il sostegno di Aquila Energie, che rientra nelle iniziative realizzate in occasione del centenario della morte del “principe degli antiquari”.

L’esposizione, curata da Giulia Coco e da Marco Mozzo, con il coordinamento scientifico di Carlo Francini e Valentina Zucchi, che sarà visitabile dal 30 settembre al 20 novembre 2022,  ci consentirà di scoprire importanti documenti d’archivio, oggetti, strumenti di lavoro e testimonianze artistiche provenienti dalle collezioni di Palazzo Mozzi Bardini.

La mostra “Officina Bardini”

Sarà un percorso che ci illustrerà tutto il lavoro complesso e artigianale che sta dietro all’impresa dei Bardini, avvicinando le opere esposte nel Museo Bardini a un significativo nucleo di documenti, fotografie, manufatti e strumenti di lavoro conservati nel vicinissimo Palazzo Mozzi Bardini, di proprietà statale dal 1996 e in consegna alla Direzione regionale musei della Toscana (Ministero della Cultura).

La mostra è presentata dal Comune di Firenze – Ufficio Firenze Patrimonio Mondiale con MUS.E, la Direzione Regionale Musei della Toscana – Museo e Galleria Mozzi Bardini, l’Università degli Studi di Firenze in collaborazione con la Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze e grazie al sostegno di Aquila Energie.

Chi era Stefano Bardini

Nato a pieve Santo Stefano nel 1836, Stefano Bardini decide di stabilirsi a Firenze per gli studi di pittura all’Accademia di Belle Arti; qui diventa frequentatore dei circoli dei Macchiaioli. Dal 1866 comincia la sua attività di restauratore di dipinti e di commerciante di opere d’arte e sceglie la città come sua residenza definitiva, realizzandovi gran parte del suo lavoro ed allargando la sua sfera di interesse al mercato delle antichità. Grazie alla passione per l’arte e le sue doti da imprenditore, entra in contatto con musei, collezionisti, storici, creando l’immenso patrimonio che ha lasciato a Firenze alla sua morte, avvenuta nel 1922.

Come visitare la mostra “Officina Bardini”

Museo Stefano Bardini:

via dei Renai, 37 – Firenze
Orari di apertura: dal venerdì al lunedì dalle 11 alle 17;

chiuso il martedì, mercoledì e giovedì

Visite Guidate:

le visite guidate all’esposizione sono previste tutti i sabati pomeriggio alle 14.00  e alle 15:30;

Laboratori per bambini:

domenica 2 ottobre e domenica 6 novembre alle 11 i bambini e le loro famiglie potranno prendere parte a un laboratorio artistico ispirato proprio all’Officina Bardini;

Incontri tematici:

“L’arte del saper fare: conversazioni intorno all’Officina Bardini”  –  h16.00
(prenotazione obbligatoria info@musefirenze.it)

venerdì 21 ottobre

Un mondo di carta al servizio dell’arte

a cura di Giulia Coco, Cristina Merelli e Lorenzo Orsini

 

venerdì 28 ottobre

Vero o falso? Gli arredi lignei e la tradizione del cassone rinascimentale

a cura di Simone Chiarugi

 

venerdì 4 novembre

Impressioni di luce: macchine fotografiche, cataloghi e fotografie

a cura di Marco Mozzo, Anna Giatti, Eleonora Zagaria e Martina Di Veglia

 

venerdì 11 novembre

Trame rivelate: arazzi, tappeti e corami

a cura di Patrizia Labianca e Jasmine Sartor

 

Scopri tutte iniziative di MUS.e su musefirenze.it

Alla scoperta dell’affascinante mondo dell’antiquariato e del patrimonio artistico raccolto da Stefano Bardini e dal Figlio Ugo: una mostra a Museo Stefano Bardini, realizzata anche con il sostegno di Aquila Energie, che rientra nelle iniziative realizzate in occasione del centenario della morte del “principe degli antiquari”.

L’esposizione, curata da Giulia Coco e da Marco Mozzo, con il coordinamento scientifico di Carlo Francini e Valentina Zucchi, che sarà visitabile dal 30 settembre al 20 novembre 2022,  ci consentirà di scoprire importanti documenti d’archivio, oggetti, strumenti di lavoro e testimonianze artistiche provenienti dalle collezioni di Palazzo Mozzi Bardini.

La mostra “Officina Bardini”

Sarà un percorso che ci illustrerà tutto il lavoro complesso e artigianale che sta dietro all’impresa dei Bardini, avvicinando le opere esposte nel Museo Bardini a un significativo nucleo di documenti, fotografie, manufatti e strumenti di lavoro conservati nel vicinissimo Palazzo Mozzi Bardini, di proprietà statale dal 1996 e in consegna alla Direzione regionale musei della Toscana (Ministero della Cultura).

La mostra è presentata dal Comune di Firenze – Ufficio Firenze Patrimonio Mondiale con MUS.E, la Direzione Regionale Musei della Toscana – Museo e Galleria Mozzi Bardini, l’Università degli Studi di Firenze in collaborazione con la Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze e grazie al sostegno di Aquila Energie.

Chi era Stefano Bardini

Nato a pieve Santo Stefano nel 1836, Stefano Bardini decide di stabilirsi a Firenze per gli studi di pittura all’Accademia di Belle Arti; qui diventa frequentatore dei circoli dei Macchiaioli. Dal 1866 comincia la sua attività di restauratore di dipinti e di commerciante di opere d’arte e sceglie la città come sua residenza definitiva, realizzandovi gran parte del suo lavoro ed allargando la sua sfera di interesse al mercato delle antichità. Grazie alla passione per l’arte e le sue doti da imprenditore, entra in contatto con musei, collezionisti, storici, creando l’immenso patrimonio che ha lasciato a Firenze alla sua morte, avvenuta nel 1922.

Come visitare la mostra “Officina Bardini”

Museo Stefano Bardini:

via dei Renai, 37 – Firenze
Orari di apertura: dal venerdì al lunedì dalle 11 alle 17;

chiuso il martedì, mercoledì e giovedì

Visite Guidate:

le visite guidate all’esposizione sono previste tutti i sabati pomeriggio alle 14.00  e alle 15:30;

Laboratori per bambini:

domenica 2 ottobre e domenica 6 novembre alle 11 i bambini e le loro famiglie potranno prendere parte a un laboratorio artistico ispirato proprio all’Officina Bardini;

Incontri tematici:

“L’arte del saper fare: conversazioni intorno all’Officina Bardini”  –  h16.00
(prenotazione obbligatoria info@musefirenze.it)

venerdì 21 ottobre

Un mondo di carta al servizio dell’arte

a cura di Giulia Coco, Cristina Merelli e Lorenzo Orsini

 

venerdì 28 ottobre

Vero o falso? Gli arredi lignei e la tradizione del cassone rinascimentale

a cura di Simone Chiarugi

 

venerdì 4 novembre

Impressioni di luce: macchine fotografiche, cataloghi e fotografie

a cura di Marco Mozzo, Anna Giatti, Eleonora Zagaria e Martina Di Veglia

 

venerdì 11 novembre

Trame rivelate: arazzi, tappeti e corami

a cura di Patrizia Labianca e Jasmine Sartor

 

Scopri tutte iniziative di MUS.e su musefirenze.it

Cerca

Categorie

Articoli in evidenza

HVO carburante: cos’è e cosa sapere

buoni carburante aquila

Buoni carburante Aquila: scopri come funziona questo servizio

AQUILA HOW TO

Bollo auto: quanto costa e come pagarlo

Passaggio di proprietà

Passaggio di proprietà 2018: per chi è obbligatorio, quando va fatto, come si calcola

Articoli correlati

Articoli in evidenza

×