Cosa vedere a Lucca? Guida alla città delle 100 Chiese

Lucca e le sue migliori attrazioni

Sia che tu abbia intenzione di visitare la città di Lucca per un paio di giorni o sfruttarla come base per vedere più zone della Toscana, questa guida ti spiega tutte le migliori cose da fare e da vedere. La piccola città murata ti fa sentire subito a tuo agio, specie se opti per esplorarla in bicicletta oppure passeggiando lungo le strade pavimentate con ciottoli.

Rispetto alle affollate città di Firenze e Pisa, Lucca richiede molto meno in termini di organizzazione di viaggio, ma comunque può offrirti davvero tanto rispetto ad altre località del mondo.

Percorrere le antiche mura di Lucca

Come Pisa ha la sua torre, Roma il Colosseo e Firenze il Duomo, Lucca invece vanta le sue mura. Queste fortificazioni in mattoni rossi che circondano il centro storico, famose in tutta Italia, sono meravigliosamente conservate. La costruzione dei bastioni iniziò nell’anno 1545 per contrastare i vicini desiderosi di conquistare la città. 

Le mura di Lucca sono perfette per conoscere la città a piedi oppure in bicicletta, puoi noleggiarne una nei numerosi punti dislocati nei pressi dei bastioni.

Una volta che ti sei addentrato in questo contesto molto suggestivo, potrai ammirare a 360 gradi i campanili delle 100 chiese, che sono davvero tante, come ad esempio la Cattedrale di San Martino ossia il Duomo. Inoltre dall’alto di questa Basilica avrai l’opportunità di gettare uno sguardo oltre le mura e godere anche una vista della parte nuova di Lucca e delle colline toscane.

La Basilica di San Frediano in stile romanico si trova nell’omonima piazza ed è anch’essa una delle più antiche strutture di culto di Lucca, merita quindi sicuramente una visita. All’interno della Basilica è possibile ammirare le colonne con antichi capitelli che adornano le tre navate che, a loro volta, ospitano alcune opere d’arte di rilevante importanza.

Visitare Piazza dell’Anfiteatro

Sicuramente conoscerai gli anfiteatri romani presenti in diverse città italiane come Verona e Roma, anche nel cuore di Lucca ce n’è uno, ma è qualcosa di completamente diverso. Costruito nel 1 secolo dC, fu fortificato circa cinque secoli dopo, quando nel Medioevo i cittadini iniziarono a costruire un raggruppamento di case e negozi al suo interno e sulla parte rimanente dell’antica arena ovale.

Altre componenti della struttura furono invece prese e utilizzate altrove per costruire la città. Premesso ciò, la Piazza dell’Anfiteatro non è solo una curiosità architettonica, ma rappresenta anche la piazza più frequentata del centro storico di Lucca.

All’interno delle sue mura ad arcate ci sono molti ristoranti e caffè, nonché negozi di souvenir, locali di vario genere e persino bancarelle di prodotti tipici dell’artigianato. In estate verso sera, in questo contesto si tengono anche concerti e spettacoli. Una volta arrivato nei pressi dell’Anfiteatro, approfittane per fare una passeggiata in direzione di Porta dei Borghi percorrendo Via Fillungo, ossia la strada principale già in epoca romana ed ancora oggi molto vivace.

Salire sulla Torre Guinigi

Per ammirare i suggestivi ed unici panorami di Lucca e delle circostanti colline toscane, salire sulle torri è sicuramente una valida opzione.

A Lucca, infatti, non mancano le torri medievali o rinascimentali e la più famosa è quella nota come Torre Guinigi realizzata in mattoni rossi ed è l’unica con alberi che spuntano in cima. Situata a 44 metri di altezza la struttura è una delle più alte della città, e quindi può definirsi a tutti gli effetti lo skyline ufficiale.

Il nome deriva dal fatto che la costruzione della torre fu voluta dall’omonima e potente famiglia Guinigi nel 1300. Documenti del XV secolo descrivono tuttavia una curiosa torre con alberi in cima, quindi si pensa che siano stati lì per la maggior parte della vita della struttura, come una sorta di giardino pensile o come un caratteristico svolazzo per distinguerla da tante altre strutture simili che all’epoca popolavano Lucca. 

La Torre delle Ore

Tra le tante altre appartenenti alle cosiddette nove torri medievali rimaste ancora in piedi c’è la Torre delle Ore che si trova in Via Fillungo dal 1390, anche se il meccanismo e la struttura hanno subito nei secoli vari lavori o restauri. 

Per raggiungere la cima, bisogna percorrere 207 gradini di legno alquanto stretti e,se avrai la fortuna di capitare quando le campane suonano, la salita sarà memorabile.

Nelle vicinanze si trova tra l’altro il Palazzo Ducale situato in piazza Napoleone e che propone interessanti reperti museali, anche se è possibile effettuare la visita soltanto previo prenotazione.

Assaporare un aperitivo in Piazza San Michele

Soggiornando o passeggiando nelle tranquille stradine secondarie, e precisamente a pochi minuti da Piazza San Michele, potrai approfittare per visitarla in tutte le sue sfaccettature ed ammirare le tante opere d’arte che la circondano. Dominata dagli intricati dettagli dell’omonima chiesa del XII secolo, avrai infatti l’opportunità di soffermarti a guardare la gente, fare colazione con cappuccino e brioche oppure sorseggiare qualche aperitivo.

In questo contesto la maggior parte delle sere un musicista di strada suona con il violoncello alcune delle più note arie pucciniane davvero molto ben eseguite e suggestive. Durante il giorno assicurati di trascorrere abbastanza tempo a guardare la sbalorditiva facciata in marmo della suddetta chiesa che si trova proprio al centro della piazza, poiché è uno dei principali monumenti architettonici e spirituali di Lucca e rappresenta un’opera d’arte a sé stante. 

La leggenda narra che nella statua dell’angelo sia incastonato un enorme diamante, visibile solo con il favore dell’oscurità da un punto particolare della piazza.

Visitare i giardini di Palazzo Pfanner

In occasione di un week-end a Lucca non perderti una visita ai giardini di Palazzo Pfanner. Questo raffinato edificio costruito alla fine del 1600, è tra l’altro famoso poiché per molti anni è appartenuto a un birraio austriaco di nome proprio Felix Pfanner. 

A pochi minuti di cammino si trova poi il Palazzo Ducale situato in piazza Napoleone, che all’interno del museo propone interessanti reperti. Se vuoi visitare il museo ricorda che l’accesso è possibile solo previa prenotazione.

Devi sapere che la struttura vanta diverse statue che si trovano tra la vegetazione curata, con le mura e le torri come sfondo. Inoltre se ami l’arte, ed in particolare quella musicale, in occasione di un week-end a Lucca non puoi perderti una visita alla piccola Casa Museo Puccini che evidenzia il suo genio musicale, la sua vita, la storia e le opere liriche più famose. Puoi approfittare della visita a Lucca per esplorare la Garfagnana, località ricca di antichi e suggestivi borghi, tutti meritevoli di essere apprezzati.

Prima di organizzare il tuo viaggio assicurati di visitare il sito Aquila per conoscere i punti vendita presenti sul tuo percorso e regalarti una piacevole sosta.

Puoi trovare Aquila anche vicino a Lucca, alla Stazione di Bagni di Lucca -Ponte di Maggio

Sia che tu abbia intenzione di visitare la città di Lucca per un paio di giorni o sfruttarla come base per vedere più zone della Toscana, questa guida ti spiega tutte le migliori cose da fare e da vedere.

La piccola città murata ti fa sentire subito a tuo agio, specie se opti per esplorarla in bicicletta oppure passeggiando lungo le strade pavimentate con ciottoli.

Rispetto alle affollate città di Firenze e Pisa, Lucca richiede molto meno in termini di organizzazione di viaggio, ma comunque può offrirti davvero tanto rispetto ad altre località del mondo.

Percorrere le antiche mura di Lucca

Come Pisa ha la sua torre, Roma il Colosseo e Firenze il Duomo, Lucca invece vanta le sue mura. Queste fortificazioni in mattoni rossi che circondano il centro storico, famose in tutta Italia, sono meravigliosamente conservate. La costruzione dei bastioni iniziò nell’anno 1545 per contrastare i vicini desiderosi di conquistare la città. 

Le mura di Lucca sono perfette per conoscere la città a piedi oppure in bicicletta, puoi noleggiarne una nei numerosi punti dislocati nei pressi dei bastioni.

Una volta che ti sei addentrato in questo contesto molto suggestivo, potrai ammirare a 360 gradi i campanili delle 100 chiese, che sono davvero tante, come ad esempio la Cattedrale di San Martino ossia il Duomo. Inoltre dall’alto di questa Basilica avrai l’opportunità di gettare uno sguardo oltre le mura e godere anche una vista della parte nuova di Lucca e delle colline toscane.

La Basilica di San Frediano in stile romanico si trova nell’omonima piazza ed è anch’essa una delle più antiche strutture di culto di Lucca, merita quindi sicuramente una visita. All’interno della Basilica è possibile ammirare le colonne con antichi capitelli che adornano le tre navate che, a loro volta, ospitano alcune opere d’arte di rilevante importanza.

Visitare Piazza dell’Anfiteatro

Sicuramente conoscerai gli anfiteatri romani presenti in diverse città italiane come Verona e Roma, anche nel cuore di Lucca ce n’è uno, ma è qualcosa di completamente diverso. Costruito nel 1 secolo dC, fu fortificato circa cinque secoli dopo, quando nel Medioevo i cittadini iniziarono a costruire un raggruppamento di case e negozi al suo interno e sulla parte rimanente dell’antica arena ovale.

Altre componenti della struttura furono invece prese e utilizzate altrove per costruire la città. Premesso ciò, la Piazza dell’Anfiteatro non è solo una curiosità architettonica, ma rappresenta anche la piazza più frequentata del centro storico di Lucca.

All’interno delle sue mura ad arcate ci sono molti ristoranti e caffè, nonché negozi di souvenir, locali di vario genere e persino bancarelle di prodotti tipici dell’artigianato. In estate verso sera, in questo contesto si tengono anche concerti e spettacoli. Una volta arrivato nei pressi dell’Anfiteatro, approfittane per fare una passeggiata in direzione di Porta dei Borghi percorrendo Via Fillungo, ossia la strada principale già in epoca romana ed ancora oggi molto vivace.

Salire sulla Torre Guinigi

Per ammirare i suggestivi ed unici panorami di Lucca e delle circostanti colline toscane, salire sulle torri è sicuramente una valida opzione.

A Lucca, infatti, non mancano le torri medievali o rinascimentali e la più famosa è quella nota come Torre Guinigi realizzata in mattoni rossi ed è l’unica con alberi che spuntano in cima. Situata a 44 metri di altezza la struttura è una delle più alte della città, e quindi può definirsi a tutti gli effetti lo skyline ufficiale.

Il nome deriva dal fatto che la costruzione della torre fu voluta dall’omonima e potente famiglia Guinigi nel 1300. Documenti del XV secolo descrivono tuttavia una curiosa torre con alberi in cima, quindi si pensa che siano stati lì per la maggior parte della vita della struttura, come una sorta di giardino pensile o come un caratteristico svolazzo per distinguerla da tante altre strutture simili che all’epoca popolavano Lucca. 

La Torre delle Ore

Tra le tante altre appartenenti alle cosiddette nove torri medievali rimaste ancora in piedi c’è la Torre delle Ore che si trova in Via Fillungo dal 1390, anche se il meccanismo e la struttura hanno subito nei secoli vari lavori o restauri. 

Per raggiungere la cima, bisogna percorrere 207 gradini di legno alquanto stretti e,se avrai la fortuna di capitare quando le campane suonano, la salita sarà memorabile.

Nelle vicinanze si trova tra l’altro il Palazzo Ducale situato in piazza Napoleone e che propone interessanti reperti museali, anche se è possibile effettuare la visita soltanto previo prenotazione.

Assaporare un aperitivo in Piazza San Michele

Soggiornando o passeggiando nelle tranquille stradine secondarie, e precisamente a pochi minuti da Piazza San Michele, potrai approfittare per visitarla in tutte le sue sfaccettature ed ammirare le tante opere d’arte che la circondano. Dominata dagli intricati dettagli dell’omonima chiesa del XII secolo, avrai infatti l’opportunità di soffermarti a guardare la gente, fare colazione con cappuccino e brioche oppure sorseggiare qualche aperitivo.

In questo contesto la maggior parte delle sere un musicista di strada suona con il violoncello alcune delle più note arie pucciniane davvero molto ben eseguite e suggestive. Durante il giorno assicurati di trascorrere abbastanza tempo a guardare la sbalorditiva facciata in marmo della suddetta chiesa che si trova proprio al centro della piazza, poiché è uno dei principali monumenti architettonici e spirituali di Lucca e rappresenta un’opera d’arte a sé stante. 

La leggenda narra che nella statua dell’angelo sia incastonato un enorme diamante, visibile solo con il favore dell’oscurità da un punto particolare della piazza.

Visitare i giardini di Palazzo Pfanner

In occasione di un week-end a Lucca non perderti una visita ai giardini di Palazzo Pfanner. Questo raffinato edificio costruito alla fine del 1600, è tra l’altro famoso poiché per molti anni è appartenuto a un birraio austriaco di nome proprio Felix Pfanner. 

A pochi minuti di cammino si trova poi il Palazzo Ducale situato in piazza Napoleone, che all’interno del museo propone interessanti reperti. Se vuoi visitare il museo ricorda che l’accesso è possibile solo previa prenotazione.

Devi sapere che la struttura vanta diverse statue che si trovano tra la vegetazione curata, con le mura e le torri come sfondo. Inoltre se ami l’arte, ed in particolare quella musicale, in occasione di un week-end a Lucca non puoi perderti una visita alla piccola Casa Museo Puccini che evidenzia il suo genio musicale, la sua vita, la storia e le opere liriche più famose. Puoi approfittare della visita a Lucca per esplorare la Garfagnana, località ricca di antichi e suggestivi borghi, tutti meritevoli di essere apprezzati.

Prima di organizzare il tuo viaggio assicurati di visitare il sito Aquila per conoscere i punti vendita presenti sul tuo percorso e regalarti una piacevole sosta.

Puoi trovare Aquila anche vicino a Lucca, alla Stazione di Bagni di Lucca -Ponte di Maggio

Cerca

Categorie

Articoli in evidenza

HVO carburante: cos’è e cosa sapere

buoni carburante aquila

Buoni carburante Aquila: scopri come funziona questo servizio

AQUILA HOW TO

Bollo auto: quanto costa e come pagarlo

Passaggio di proprietà

Passaggio di proprietà 2018: per chi è obbligatorio, quando va fatto, come si calcola

Articoli correlati

Articoli in evidenza

×