Energia sostenibile: perché è importante scegliere fornitori certificati

energia ssotenibile e fornitori certificati

Nel nostro articolo Sistemi di energia sostenibile: cosa sono e perché ci battiamo per realizzarli, abbiamo visto insieme cosa si intende per energia sostenibile.

Con energia sostenibile non si fa riferimento all‘energia ecologica o solo alla produzione dell’energia, ma anche alla sua distribuzione, al consumo ed infine allo smaltimento degli impianti, tutti processi che devono essere rivisti in chiave di sviluppo sostenibile, in modo tale che non vengano compromesse le possibilità di crescita delle generazioni future.

A qualsiasi punto ci si trovi rispetto a questa catena, e tutti noi siamo collocati al suo interno come produttori, distributori, trasformatori o fruitori di energia, se abbiamo ben chiaro che da certe scelte dipende il futuro ma anche il presente di tante persone e del pianeta, dobbiamo essere anche consapevoli che è necessario prendersi delle responsabilità.

La responsabilità sta nel potere di scelta che ognuno di noi può esercitare e, più ampio è il nostro margine di decisione, più grande diventa.

Energia sostenibile: Aquila Energie e la selezione di fornitori certificati 

Noi di Aquila Energie siamo ben consapevoli dell’impatto delle nostre attività. Garantire la qualità dei prodotti e dei servizi offerti sulla nostra rete di distributori di carburante fa parte della nostra mission e lo facciamo partendo proprio dal selezionare come fornitori solo aziende virtuose, capaci di dimostrare l’assoluto rispetto delle regole vigenti in ogni fase della lavorazione, dal processo di estrazione alla commercializzazione finale, oltre che dal punto di vista fiscale.

Vogliamo trasferire la certezza ai nostri clienti di utilizzare, “energia pulita”, ovvero benzine e gasoli di provenienza verificata, in modo da essere certi di non finanziare anche indirettamente il mondo della malavita organizzata o i Paesi coinvolti a vario titolo nel terrorismo che gestiscono il mercato illegale dei carburanti.

Per fare un esempio concreto, la selezione dei fornitori ed il loro inserimento nell’elenco previsto dal Regolamento Aziendale, avviene sulla base di attenti principi etici e in conformità al Modello di Gestione e Organizzazione. I fornitori devono sottoscrivere una dichiarazione di condivisione dei principi contenuti nel nostro Codice Etico e certificare di non essere sottoposti a procedimenti penali, fatta eccezione per quelli che invece hanno una reputazione acquisita a livello nazionale e internazionale e che offrono già garanzie di affidabilità, per i quali l’iscrizione nell’elenco è automatica.

L’elenco fornitori viene aggiornato su base annuale e l’impegno è quello di acquistare prodotti solo dai soggetti inseriti nell’elenco.  Nel nostro caso poi, tutti i nostri prodotti energetici hanno sede in Italia, in modo da minimizzare l’impatto derivante dai rifornimenti dei nostri punti vendita.

Altra discriminante è, durante le selezioni, il prediligere fornitori che garantiscano certificazioni ambientali e qualitative dei loro prodotti e delle loro attività.

Energia sostenibile: perché è importante scegliere fornitori certificati e cosa può fare ognuno di noi

Anche da semplici fruitori di energia abbiamo un potere decisionale ed è con le piccole scelte quotidiane che possiamo far parte del cambiamento necessario e ormai non più prorogabile chiamato transizione energetica.

Dici di no? Facciamo un piccolo esercizio insieme per capire meglio insieme cosa intendiamo.

Siamo al supermercato e dobbiamo scegliere un pacco di biscotti per la colazione. Sullo scaffale vengono esposti più pacchi di uno stesso tipo di prodotto, leggiamo la lista degli ingredienti sulle varie etichette e sono per lo più gli stessi.  

Cosa ci spinge a preferire un prodotto agli altri? 

La risposta istintiva spesso è il prezzo. Ma la discriminante prezzo è solo una chimera, che ci fa percepire un immediato risparmio senza considerare aspetti che a lungo andare portano un costo molto in realtà molto più elevato.  

Ci dovremmo invece interrogare sulla provenienza degli ingredienti, sulla modalità di lavorazione, sul rispetto di tutte quelle normative che tutelano la nostra salute e sulla tutela delle condizioni lavorative di chi viene impiegato nella produzione. Tutte queste discriminanti a primo avviso potrebbero sembrarci lontane e non impattanti sulla nostra vita, ma se ci riflettiamo meglio, ci accorgiamo che non è così: prima o poi tutto torna, direttamente o indirettamente. 

Dovremmo abituarci a diventare consumatori più consapevoli, perché anche decidere che pacco di biscotti prendere ha un impatto sulla sostenibilità ambientale, economica e sociale.

A vederla così sembra un’impresa, allora che fare? Potremmo cominciare per esempio a prediligere prodotti di aziende che lavorano in trasparenza, perseguendo con responsabilità gli obiettivi di sostenibilità.

Contestualizziamo ora l’esercizio al nostro tema, ovvero l’energia sostenibile: quali potrebbero essere delle scelte da poter fare in questo campo?

Mettiamo che dobbiamo attivare una nuova utenza di gas o luce, oppure abbiamo deciso di cambiare fornitore, perché abbiamo stipulato un contratto con l’attuale che pubblicizzava tariffe vantaggiose per la fornitura di elettricità, ma le promesse fatte non si riscontrano né nella bolletta energetica, né nel supporto al cliente. 

Questo è il momento di fare la differenza e scegliere consapevolmente tra le offerte di fornitura che il mercato propone.

Prediligendo per esempio un fornitore di luce e gas che, non solo sia bravo a pubblicizzare la vendita di energia ecologica attraverso operazioni di comunicazione green, ma che garantisca la certificazione della produzione da fonti di energia rinnovabile. Altro esempio è la possibilità di selezionare tra i fornitori di energia perché supporta il cliente, essendo presente e risolvendo eventuali problemi in modo veloce e professionale.

Alcuni fornitori mettono a disposizione anche servizi di consulenza verde, spiegandoci magari cosa si intende per fonti rinnovabili o fornendo assistenza ad esempio nel caso si volesse installare un impianto fotovoltaico ad uso domestico.

L’esercizio da fare è semplice alla fine: prima di prendere una decisione dovremmo tutti fermarci un attimo, consci del fatto che stiamo esercitando un potere e che avrà un impatto oggi e nel futuro.

Se questi argomenti sono in linea con la tua sensibilità, continua a leggere il blog Aquila alla sezione Sostenibilità