Spie della macchina: guida colori e significati

Quando le spie della macchina si accendono, lampeggiano oppure emettono segnali acustici spesso è il panico: questi simboli luminosi e a volte sonori sono un supporto indispensabile per il conducente, a condizione che se ne conosca il significato. 

A seconda del colore e dell’icona rappresentata, rimandano ad una funzione differente dei veicoli, avvertendo di eventuali guasti o malfunzionamenti. Questi indicatori posizionati sul cruscotto sono moltissimi, ma consentono a chi conduce il mezzo di dialogare con esso, non soltanto in presenza di malfunzionamento, ma anche per gestire al meglio la guida.

Una prima, fondamentale, distinzione tra le varie spie della macchina è relativa ai loro colori, che, indipendentemente dal tipo di simbolo, offrono un immediato avvertimento visivo sulle condizioni dell’auto.

Spie dell’auto rosse

  • stop
  • punto esclamativo
  • batteria
  • pressione dell’olio 
  • temperatura del liquido di raffreddamento 
  • portiere aperte
  • cinture di sicurezza

Lo stop si accende solamente all’avvio del motore per spegnersi dopo pochi secondi. Qualora rimanesse attiva, la spia prevede un’immediata sosta in quanto il motore non sta funzionando correttamente. 

Il punto esclamativo inscritto in una circonferenza segnala che il freno a mano è azionato e quindi non è possibile avviare il motore e partire. In questo caso è necessario disattivare il blocco di stazionamento.

La spia rossa della batteria riporta l’icona stilizzata di questo dispositivo che, di solito, si illumina per qualche secondo in fase di accensione per poi disattivarsi. Nel caso in cui si accenda mentre la macchina è in movimento, indica che la batteria è scarica e richiede di ricaricarla tempestivamente.

La pressione dell’olio riporta un oliatore stilizzato da cui esce una goccia di liquido e si illumina durante il tragitto se il livello dell’olio nel motore è inferiore al limite tollerato; è richiesto un immediato riempimento per evitare il blocco del veicolo.

La temperatura del liquido di raffreddamento è rappresentata da un’icona che indica un termometro stilizzato. Quando si accende durante la marcia, indica che il livello del liquido di raffreddamento è esaurito e deve essere quindi riequilibrato.

La spia della macchina delle portiere aperte riporta la sagoma di un’auto vista dall’alto, con una o più portiere aperte e indica che la loro chiusura non è andata a buon fine. In questi casi è indispensabile bloccare il mezzo e controllare tutte le portiere.

Il simbolo delle cinture di sicurezza non allacciate riporta l’immagine di un passeggero con cintura di sicurezza barrata, e spesso è associata a segnali acustici intermittenti e ripetuti. In una simile situazione è sufficiente allacciare la cintura perché la spia si spenga.

Quando si accendono le spie rosse indicate è necessario recarsi il più in fretta possibile presso un’officina per effettuare le verifiche del caso e individuare il problema, in modo tale da tutelare sia l’integrità del veicolo che l’incolumità di chi lo guida.

Spie arancioni

  • luci antinebbia posteriori 
  • spia airbag
  • riserva carburante 
  • chiave inglese
  • auto che procede su strada
  • logo “ABS”
  • simbolo del motore
  • surriscaldamento
  • sovrasterzo 
  • cambio corsia
  • anomalia pressione pneumatici 

Le luci antinebbia posteriori sono icone riportanti un faro che emette segmenti barrati, ma con direzione opposta rispetto a quelli anteriori, che tra l’altro sono di colore verde.

La spia dell’airbag è variabile a seconda delle marche di auto e può rappresentare una sagoma stilizzata di persona oppure una figura geometrica. L’accensione di simili spie è normale al momento dell’avvio della vettura, ma si trasforma in allarme se si attiva mentre la vettura è in movimento, poiché indica un’avaria del sistema.

La riserva di carburante si accende quando la riserva di benzina o diesel sta per terminare e che richiede quindi la massima attenzione per non rimanere a secco.

La chiave inglese è una delle spie della macchina più generiche: compare al momento dell’accensione del motore per poi spegnersi. Nel caso in cui dovesse ricomparire, allora segnala la necessità di un intervento di manutenzione straordinaria che può riguardare sia il motore sia l’impianto elettrico. 

L’icona dell’auto che procede su strada riporta la sagoma di veicolo sul battistrada e indica la mancanza di aderenza e stabilità del mezzo rispetto alla strada stessa. Compare spesso in caso di aquaplaning. 

Tra le spie gialle della macchina c’è anche il logo ABS, un cerchio che racchiude la scritta “ABS” e che in condizioni normali si accende al momento della partenza della vettura. 

La spia della macchina sul motore può accendersi a seconda delle marche di auto, ma sostanzialmente riporta una sagoma stilizzata di colore giallo/arancione e vuota all’interno che, in caso di emissione luminosa intermittente, implica di ridurre i giri e di contattare l’assistenza per identificare un’eventuale avaria tecnica.

L’immagine di un solenoide giallo è collegata alla segnalazione di surriscaldamento della componentistica meccanica delle vetture diesel, e si accende quando le candelette si surriscaldano. In simili frangenti bisogna rivolgersi rapidamente a un centro di assistenza per evitare un blocco funzionale del mezzo.

Il sovrasterzo viene indicato da una spia della macchina di colore giallo/arancione e indica che questa funzionalità non sta più funzionando correttamente e conseguentemente il volante si irrigidisce.

L’icona arancione del cambio corsia, spesso accompagnata da un segnale acustico, segnala al guidatore che sta cambiando corsia di percorrenza senza usare le frecce. 

L’accensione della spia della pressione pneumatici si riconosce perché rappresenta una gomma con al centro un punto esclamativo: quando si presenta segnala che le gomme potrebbero essersi sgonfiate o nel peggiore dei casi, forate. 

Tutte le spie della macchina gialle o arancioni rimandano a problematiche che possono diventare potenzialmente pericolose per la guida: pertanto, non presuppongono un immediato stop del mezzo, ma devono comunque essere risolte. A seconda dei modelli di auto, il numero, la localizzazione e la tipologia delle spie gialle sono molto variabili, che si adattano soprattutto alle dimensioni del cruscotto.

Spie verdi

  • luci di posizione
  • luci anabbaglianti 
  • luci antinebbia anteriori 
  • indicatori di direzione 
  • simbolo ECO 

Le luci di posizione sono rappresentate da una spia verde con due fari affiancati da cui partono alcuni segmenti indicativi della luce emessa: queste spie, infatti, indicano che le luci di posizione sono attive.

Le luci anabbaglianti sono indicatori che rappresentano un solo fanale acceso, ma con un numero maggiore di segmenti che segnalano un’intensità più forte dell’illuminazione in quanto indicano che i fari anabbaglianti sono stati accesi.

L’accensione delle luci antinebbia anteriori viene indicata da una spia che ha l’aspetto di un unico fanale di colore verde che, anteriormente, riporta alcuni segmenti barrati, a indicare la presenza di nebbia.

Gli indicatori di direzione sono rappresentati da due frecce di colore verde opposte e lampeggianti che segnalano l’accensione dell’indicatore di direzione destro oppure sinistro.

Il simbolo “ECO” è una spia verde che si accende nel momento in cui viene attivata la modalità ecologica della vettura. Chiaramente è disponibile solo nelle auto che presuppongono questa modalità. 

Le spie di colore verde svolgono il ruolo di segnalare l’avvenuta attivazione di una funzione oppure di un accessorio della vettura: si tratta di segnalazioni di servizio che il guidatore deve comunque prendere in considerazione come conferma dello stato gestionale del veicolo. 

Spie bianche e blu

  • fari abbaglianti
  • temperatura del liquido di raffreddamento

Tra le spie blu che possono comparire sul cruscotto dell’auto c’è quella dei fari abbaglianti, rappresentata da un’icona di un faro con dei raggi che puntano in avanti, si illumina di blu quando i fari abbaglianti sono attivati. È un promemoria visivo importante che avverte il conducente che i fari abbaglianti sono in uso, utile specialmente in condizioni di guida notturna per assicurarsi di non abbagliare gli altri conducenti quando si incrociano veicoli in senso opposto.

La spia della temperatura del liquido di raffreddamento si accende tipicamente di colore blu quando il liquido è ancora freddo: è un indicatore che avvisa il conducente che il motore non ha ancora raggiunto la temperatura ottimale per un funzionamento efficiente. Normalmente, questa spia si spegne dopo alcuni minuti di guida, una volta che il motore si è adeguatamente riscaldato.

Le spie blu dell’auto sono raramente visibili e si collegano quasi esclusivamente all’accensione dei fari abbaglianti, che devono essere spenti in quanto pericolosi nelle situazioni in cui non siano necessari.

Al contrario le spie bianche sono: 

  • fendinebbia posteriore attivato 
  • sistema di assistenza al parcheggio attivo 

Sono indicatori relativi a informazioni generali, tra cui ad esempio la mancata attivazione degli air-bag o anche l’accensione errata di luci supplementari (come i fari antinebbia), condizioni che richiedono un intervento di revisione.

Quando le spie della macchina si accendono, lampeggiano oppure emettono segnali acustici spesso è il panico: questi simboli luminosi e a volte sonori sono un supporto indispensabile per il conducente, a condizione che se ne conosca il significato. 

A seconda del colore e dell’icona rappresentata, rimandano ad una funzione differente dei veicoli, avvertendo di eventuali guasti o malfunzionamenti. Questi indicatori posizionati sul cruscotto sono moltissimi, ma consentono a chi conduce il mezzo di dialogare con esso, non soltanto in presenza di malfunzionamento, ma anche per gestire al meglio la guida.

Una prima, fondamentale, distinzione tra le varie spie della macchina è relativa ai loro colori, che, indipendentemente dal tipo di simbolo, offrono un immediato avvertimento visivo sulle condizioni dell’auto.

Spie dell’auto rosse

  • stop
  • punto esclamativo
  • batteria
  • pressione dell’olio 
  • temperatura del liquido di raffreddamento 
  • portiere aperte
  • cinture di sicurezza

Lo stop si accende solamente all’avvio del motore per spegnersi dopo pochi secondi. Qualora rimanesse attiva, la spia prevede un’immediata sosta in quanto il motore non sta funzionando correttamente. 

Il punto esclamativo inscritto in una circonferenza segnala che il freno a mano è azionato e quindi non è possibile avviare il motore e partire. In questo caso è necessario disattivare il blocco di stazionamento.

La spia rossa della batteria riporta l’icona stilizzata di questo dispositivo che, di solito, si illumina per qualche secondo in fase di accensione per poi disattivarsi. Nel caso in cui si accenda mentre la macchina è in movimento, indica che la batteria è scarica e richiede di ricaricarla tempestivamente.

La pressione dell’olio riporta un oliatore stilizzato da cui esce una goccia di liquido e si illumina durante il tragitto se il livello dell’olio nel motore è inferiore al limite tollerato; è richiesto un immediato riempimento per evitare il blocco del veicolo.

La temperatura del liquido di raffreddamento è rappresentata da un’icona che indica un termometro stilizzato. Quando si accende durante la marcia, indica che il livello del liquido di raffreddamento è esaurito e deve essere quindi riequilibrato.

La spia della macchina delle portiere aperte riporta la sagoma di un’auto vista dall’alto, con una o più portiere aperte e indica che la loro chiusura non è andata a buon fine. In questi casi è indispensabile bloccare il mezzo e controllare tutte le portiere.

Il simbolo delle cinture di sicurezza non allacciate riporta l’immagine di un passeggero con cintura di sicurezza barrata, e spesso è associata a segnali acustici intermittenti e ripetuti. In una simile situazione è sufficiente allacciare la cintura perché la spia si spenga.

Quando si accendono le spie rosse indicate è necessario recarsi il più in fretta possibile presso un’officina per effettuare le verifiche del caso e individuare il problema, in modo tale da tutelare sia l’integrità del veicolo che l’incolumità di chi lo guida.

Spie arancioni

  • luci antinebbia posteriori 
  • spia airbag
  • riserva carburante 
  • chiave inglese
  • auto che procede su strada
  • logo “ABS”
  • simbolo del motore
  • surriscaldamento
  • sovrasterzo 
  • cambio corsia
  • anomalia pressione pneumatici 

Le luci antinebbia posteriori sono icone riportanti un faro che emette segmenti barrati, ma con direzione opposta rispetto a quelli anteriori, che tra l’altro sono di colore verde.

La spia dell’airbag è variabile a seconda delle marche di auto e può rappresentare una sagoma stilizzata di persona oppure una figura geometrica. L’accensione di simili spie è normale al momento dell’avvio della vettura, ma si trasforma in allarme se si attiva mentre la vettura è in movimento, poiché indica un’avaria del sistema.

La riserva di carburante si accende quando la riserva di benzina o diesel sta per terminare e che richiede quindi la massima attenzione per non rimanere a secco.

La chiave inglese è una delle spie della macchina più generiche: compare al momento dell’accensione del motore per poi spegnersi. Nel caso in cui dovesse ricomparire, allora segnala la necessità di un intervento di manutenzione straordinaria che può riguardare sia il motore sia l’impianto elettrico. 

L’icona dell’auto che procede su strada riporta la sagoma di veicolo sul battistrada e indica la mancanza di aderenza e stabilità del mezzo rispetto alla strada stessa. Compare spesso in caso di aquaplaning. 

Tra le spie gialle della macchina c’è anche il logo ABS, un cerchio che racchiude la scritta “ABS” e che in condizioni normali si accende al momento della partenza della vettura. 

La spia della macchina sul motore può accendersi a seconda delle marche di auto, ma sostanzialmente riporta una sagoma stilizzata di colore giallo/arancione e vuota all’interno che, in caso di emissione luminosa intermittente, implica di ridurre i giri e di contattare l’assistenza per identificare un’eventuale avaria tecnica.

L’immagine di un solenoide giallo è collegata alla segnalazione di surriscaldamento della componentistica meccanica delle vetture diesel, e si accende quando le candelette si surriscaldano. In simili frangenti bisogna rivolgersi rapidamente a un centro di assistenza per evitare un blocco funzionale del mezzo.

Il sovrasterzo viene indicato da una spia della macchina di colore giallo/arancione e indica che questa funzionalità non sta più funzionando correttamente e conseguentemente il volante si irrigidisce.

L’icona arancione del cambio corsia, spesso accompagnata da un segnale acustico, segnala al guidatore che sta cambiando corsia di percorrenza senza usare le frecce. 

L’accensione della spia della pressione pneumatici si riconosce perché rappresenta una gomma con al centro un punto esclamativo: quando si presenta segnala che le gomme potrebbero essersi sgonfiate o nel peggiore dei casi, forate. 

Tutte le spie della macchina gialle o arancioni rimandano a problematiche che possono diventare potenzialmente pericolose per la guida: pertanto, non presuppongono un immediato stop del mezzo, ma devono comunque essere risolte. A seconda dei modelli di auto, il numero, la localizzazione e la tipologia delle spie gialle sono molto variabili, che si adattano soprattutto alle dimensioni del cruscotto.

Spie verdi

  • luci di posizione
  • luci anabbaglianti 
  • luci antinebbia anteriori 
  • indicatori di direzione 
  • simbolo ECO 

Le luci di posizione sono rappresentate da una spia verde con due fari affiancati da cui partono alcuni segmenti indicativi della luce emessa: queste spie, infatti, indicano che le luci di posizione sono attive.

Le luci anabbaglianti sono indicatori che rappresentano un solo fanale acceso, ma con un numero maggiore di segmenti che segnalano un’intensità più forte dell’illuminazione in quanto indicano che i fari anabbaglianti sono stati accesi.

L’accensione delle luci antinebbia anteriori viene indicata da una spia che ha l’aspetto di un unico fanale di colore verde che, anteriormente, riporta alcuni segmenti barrati, a indicare la presenza di nebbia.

Gli indicatori di direzione sono rappresentati da due frecce di colore verde opposte e lampeggianti che segnalano l’accensione dell’indicatore di direzione destro oppure sinistro.

Il simbolo “ECO” è una spia verde che si accende nel momento in cui viene attivata la modalità ecologica della vettura. Chiaramente è disponibile solo nelle auto che presuppongono questa modalità. 

Le spie di colore verde svolgono il ruolo di segnalare l’avvenuta attivazione di una funzione oppure di un accessorio della vettura: si tratta di segnalazioni di servizio che il guidatore deve comunque prendere in considerazione come conferma dello stato gestionale del veicolo. 

Spie bianche e blu

  • fari abbaglianti
  • temperatura del liquido di raffreddamento

Tra le spie blu che possono comparire sul cruscotto dell’auto c’è quella dei fari abbaglianti, rappresentata da un’icona di un faro con dei raggi che puntano in avanti, si illumina di blu quando i fari abbaglianti sono attivati. È un promemoria visivo importante che avverte il conducente che i fari abbaglianti sono in uso, utile specialmente in condizioni di guida notturna per assicurarsi di non abbagliare gli altri conducenti quando si incrociano veicoli in senso opposto.

La spia della temperatura del liquido di raffreddamento si accende tipicamente di colore blu quando il liquido è ancora freddo: è un indicatore che avvisa il conducente che il motore non ha ancora raggiunto la temperatura ottimale per un funzionamento efficiente. Normalmente, questa spia si spegne dopo alcuni minuti di guida, una volta che il motore si è adeguatamente riscaldato.

Le spie blu dell’auto sono raramente visibili e si collegano quasi esclusivamente all’accensione dei fari abbaglianti, che devono essere spenti in quanto pericolosi nelle situazioni in cui non siano necessari.

Al contrario le spie bianche sono: 

  • fendinebbia posteriore attivato 
  • sistema di assistenza al parcheggio attivo 

Sono indicatori relativi a informazioni generali, tra cui ad esempio la mancata attivazione degli air-bag o anche l’accensione errata di luci supplementari (come i fari antinebbia), condizioni che richiedono un intervento di revisione.

Cerca

Categorie

Articoli in evidenza

HVO carburante: cos’è e cosa sapere

buoni carburante aquila

Buoni carburante Aquila: scopri come funziona questo servizio

AQUILA HOW TO

Bollo auto: quanto costa e come pagarlo

Passaggio di proprietà

Passaggio di proprietà 2018: per chi è obbligatorio, quando va fatto, come si calcola

Articoli correlati

Articoli in evidenza

×