Ecotassa 2023: la guida completa per le auto

ecotassa auto 2023

L’ecotassa è un provvedimento mirato a ridurre l’acquisto di auto con alte emissioni di CO2. L’obiettivo è contenere l’impatto ambientale dell’utilizzo delle auto, a partire dalla riduzione dei veicoli più inquinanti in circolazione. Come funziona l’ecotassa 2023 nel dettaglio? Ecco una guida rapida e completa sui limiti, l’importo e la scadenza dell’ecotassa per chi ha intenzione di acquistare un’auto. 

Per quali auto si paga l’ecotassa 2023?

L’ecotassa viene applicata all’acquisto di auto nuove immatricolate dal 1° marzo 2019 e con emissioni di CO2 superiori a 160 g/ km. È applicabile anche all’acquisto di auto importate dall’estero in Italia, anche se usate, immatricolate dopo il 1° marzo 2019 e altamente inquinanti. Generalmente le auto che presentano emissioni così elevate sono soprattutto:

  • Auto a benzina di grandi dimensioni, come SUV, fuoristrada e auto sportive di lusso
  • Auto diesel con motori potenti
  • Veicoli commerciali a benzina

Al momento dell’acquisto dell’auto è quindi importante verificare l’entità delle emissioni di CO2 e l’anno di immatricolazione. Se l’immatricolazione è successiva al 1° marzo 2019, è conveniente acquistare ad auto con emissioni inferiori ai 160g/km, come:

  • La maggior parte delle auto di dimensioni piccole e medie
  • Le auto elettriche
  • Le auto ibride

Quanto si paga per l’ecotassa 2023?

Dal momento che lo scopo dell’ecotassa è quello di scoraggiare l’acquisto di veicoli troppo inquinanti, l’imposta stabilita varia in base all’entità delle emissioni di CO2. Minori sono le emissioni, minore sarà l’importo da corrispondere, fino a diventare nullo per le auto con emissioni inferiori ai 160g al km. 

In particolare, l’importo da pagare in base alla quantità di emissioni di CO2 ammonta a:

 

  • Tra 161 e 175 g al Km → 1.100 euro 
  • Tra 176 e 200 g al Km → 1.600 euro 
  • Tra 201 e 250 g al Km → 2.000 euro 
  • Oltre 250 g al Km → 2.500 euro 

Come e quando si paga l’ecotassa 2023?

L’ecotassa non si paga ogni anno come il bollo: è un’imposta da corrispondere un’unica volta, al momento dell’acquisto dell’auto. Chi acquista un veicolo che necessita il pagamento dell’ecotassa 2023 deve provvedere a versare il tributo attraverso un modello F24 Elide (“Elementi identificativi”). Nella compilazione del modello è necessario indicare il Codice Tributo 3500, corrispondente alla denominazione “Ecotassa- imposta per l’acquisto e l’immatricolazione in Italia dei veicoli di categoria M1 con emissioni eccedenti la soglia 160 CO2 g/km”. L’importo andrà corrisposto entro il 31 dicembre dell’anno in corso.

Differenza tra ecotassa e superbollo

L’ecotassa è un’imposta del tutto diversa dal superbollo. Come abbiamo visto l’ecotassa si paga solo al momento dell’acquisto della macchina mentre il superbollo deve essere rinnovato ogni anno, in aggiunta al normale bollo auto. I veicoli soggetti al superbollo sono quelli che hanno una potenza motore superiore a 185 kW (o a 252 cavalli). In questo caso è necessario versare l’importo corrispondente attraverso un modello F24 indicando nella compilazione il Codice Tributo 3364.

Noi di Aquila Energie siamo sempre impegnati nell’adozione di soluzioni innovative a favore dell’ambiente. Presso le stazioni Aquila puoi trovare carburanti a basso impatto ambientale in aggiunta ai carburanti tradizionali. Scopri sul sito i prodotti disponibili o vieni a trovarci nella stazione più vicina a te.

L’ecotassa è un provvedimento mirato a ridurre l’acquisto di auto con alte emissioni di CO2. L’obiettivo è contenere l’impatto ambientale dell’utilizzo delle auto, a partire dalla riduzione dei veicoli più inquinanti in circolazione. Come funziona l’ecotassa 2023 nel dettaglio? Ecco una guida rapida e completa sui limiti, l’importo e la scadenza dell’ecotassa per chi ha intenzione di acquistare un’auto. 

Per quali auto si paga l’ecotassa 2023?

L’ecotassa viene applicata all’acquisto di auto nuove immatricolate dal 1° marzo 2019 e con emissioni di CO2 superiori a 160 g/ km. È applicabile anche all’acquisto di auto importate dall’estero in Italia, anche se usate, immatricolate dopo il 1° marzo 2019 e altamente inquinanti. Generalmente le auto che presentano emissioni così elevate sono soprattutto:

  • Auto a benzina di grandi dimensioni, come SUV, fuoristrada e auto sportive di lusso
  • Auto diesel con motori potenti
  • Veicoli commerciali a benzina

Al momento dell’acquisto dell’auto è quindi importante verificare l’entità delle emissioni di CO2 e l’anno di immatricolazione. Se l’immatricolazione è successiva al 1° marzo 2019, è conveniente acquistare ad auto con emissioni inferiori ai 160g/km, come:

  • La maggior parte delle auto di dimensioni piccole e medie
  • Le auto elettriche
  • Le auto ibride

Quanto si paga per l’ecotassa 2023?

Dal momento che lo scopo dell’ecotassa è quello di scoraggiare l’acquisto di veicoli troppo inquinanti, l’imposta stabilita varia in base all’entità delle emissioni di CO2. Minori sono le emissioni, minore sarà l’importo da corrispondere, fino a diventare nullo per le auto con emissioni inferiori ai 160g al km. 

In particolare, l’importo da pagare in base alla quantità di emissioni di CO2 ammonta a:

 

  • Tra 161 e 175 g al Km → 1.100 euro 
  • Tra 176 e 200 g al Km → 1.600 euro 
  • Tra 201 e 250 g al Km → 2.000 euro 
  • Oltre 250 g al Km → 2.500 euro 

Come e quando si paga l’ecotassa 2023?

L’ecotassa non si paga ogni anno come il bollo: è un’imposta da corrispondere un’unica volta, al momento dell’acquisto dell’auto. Chi acquista un veicolo che necessita il pagamento dell’ecotassa 2023 deve provvedere a versare il tributo attraverso un modello F24 Elide (“Elementi identificativi”). Nella compilazione del modello è necessario indicare il Codice Tributo 3500, corrispondente alla denominazione “Ecotassa- imposta per l’acquisto e l’immatricolazione in Italia dei veicoli di categoria M1 con emissioni eccedenti la soglia 160 CO2 g/km”. L’importo andrà corrisposto entro il 31 dicembre dell’anno in corso.

Differenza tra ecotassa e superbollo

L’ecotassa è un’imposta del tutto diversa dal superbollo. Come abbiamo visto l’ecotassa si paga solo al momento dell’acquisto della macchina mentre il superbollo deve essere rinnovato ogni anno, in aggiunta al normale bollo auto. I veicoli soggetti al superbollo sono quelli che hanno una potenza motore superiore a 185 kW (o a 252 cavalli). In questo caso è necessario versare l’importo corrispondente attraverso un modello F24 indicando nella compilazione il Codice Tributo 3364.

Noi di Aquila Energie siamo sempre impegnati nell’adozione di soluzioni innovative a favore dell’ambiente. Presso le stazioni Aquila puoi trovare carburanti a basso impatto ambientale in aggiunta ai carburanti tradizionali. Scopri sul sito i prodotti disponibili o vieni a trovarci nella stazione più vicina a te.

Cerca

Categorie

Articoli in evidenza

HVO carburante: cos’è e cosa sapere

buoni carburante aquila

Buoni carburante Aquila: scopri come funziona questo servizio

AQUILA HOW TO

Bollo auto: quanto costa e come pagarlo

Passaggio di proprietà

Passaggio di proprietà 2018: per chi è obbligatorio, quando va fatto, come si calcola

Articoli correlati

Articoli in evidenza

×