Codice della Strada 2020: tolleranza zero per chi guida con in mano il cellulare

Codice della strada 2020

Il nuovo anno sembra essere partito con una chiara dichiarazione di intenti per quanto riguarda il Codice della strada 2020. Un sonoro “tolleranza zero” riecheggia nelle strade italiane facendo tremare chi abitualmente (pur giurando di non farlo mai!) guida con in mano il cellulare.

L’obiettivo del Governo è, infatti, quello di ridurre drasticamente gli incidenti stradali su tutto il territorio nazionale; una scelta ben comprensibile in quanto, secondo i dati ISTAT, la maggior parte di questi è causata da due fattori: la velocità e l’uso dello smartphone al volante.

Ma andiamo a vedere più nel dettaglio le novità.

Codice della Strada attuale

Attualmente il Codice della Strada vieta l’uso del cellulare al volante in qualsiasi situazione: non puoi chiamare, inviare messaggi, usare chat, cercare informazioni su internet o inserire l’impostazione della navigazione satellitare. In sostanza, devi tenere le mani sul volante!

Il motivo, come abbiamo detto sopra, è molto semplice. Il 16,2% del totale degli incidenti – ovvero ben 36 mila incidenti provocati nel 2017 – è dovuto alla distrazione che comporta l’uso del cellulare. 

Secondo recenti studi, usare lo smartphone durante la guida è come essere ubriachi: abbassa la soglia di attenzione rendendola del tutto simile a quella di chi guida con un tasso alcolemico nel sangue pari a 0,8 g/litro.

I trasgressori rischiano a una multa che va da 161 euro a 647 euro, e la decurtazione di 5 punti dalla patente; e nel caso di una nuova multa, nei 24 mesi successivi al primo verbale, si rischia una equivalente a quella precedentemente elencata, con la sospensione della patente da 1 a 3 mesi. 

Le novità del Codice della strada 2020

Se questi provvedimenti ti sembrano fin troppo salati, sappi che nel 2020 lo diventeranno molto di più! Lo scorso luglio, infatti, la Commissione Trasporti ha approvato le nuove norme che prevedono un forte aumento delle multe. Nello specifico, si partirà da un minimo di 422 euro a un massimo di 1.697 euro, senza dimenticare la sospensione della patente fino a 3 mesi in caso di reiterazione.

Ma le novità non sono finite. Un’altra innovazione presente nel nuovo Codice della Strada 2020 riguarda la possibilità di notifica della multa tramite posta elettronica certificata: se sei in possesso di un indirizzo PEC ti potrà essere notificato il verbale di contestazione, direttamente per via telematica. 

Inoltre, viene eliminato l’obbligo di dover presentare patente e libretto durante un classico controllo. Questo perché d’ora in poi i controlli verranno fatti direttamente via telematica.

Buone norme da seguire al volante

“La prudenza non è mai troppa”, si dice, e queste misure anche se severe servono principalmente per garantire la nostra sicurezza, specialmente nel caso dei guidatori giovani. Ad ogni modo, al di là dell’esperienza e dell’età, è sempre bene rileggersi qualche buon consiglio da seguire mentre si è al volante:

  • Ricordati di tenere le cinture sempre allacciate e fai in modo che anche i tuoi passeggeri facciano lo stesso
  • Non guidare se sei stanco o se hai bevuto un po’ troppo (non conta quanto ti senti vigile in quel momento!)
  • Rispetta sempre i limiti di velocità, anche se ti sembrano esagerati
  • Non usare lo smartphone quando sei al volante
  • Se non hai il navigatore in macchina, verifica la strada prima di metterti al volante
  • Non mangiare e non bere… La tua attenzione deve essere rivolta alla strada
  • Guida con prudenza soprattutto la sera
  • Aumenta la distanza di sicurezza in caso di pioggia
  • Ricordati di Revisionare l’Auto

Il nuovo anno sembra essere partito con una chiara dichiarazione di intenti per quanto riguarda il Codice della strada 2020.

Un sonoro “tolleranza zero” riecheggia nelle strade italiane facendo tremare chi abitualmente (pur giurando di non farlo mai!) guida con in mano il cellulare.

L’obiettivo del Governo è, infatti, quello di ridurre drasticamente gli incidenti stradali su tutto il territorio nazionale; una scelta ben comprensibile in quanto, secondo i dati ISTAT, la maggior parte di questi è causata da due fattori: la velocità e l’uso dello smartphone al volante.

Ma andiamo a vedere più nel dettaglio le novità.

Codice della Strada attuale

Attualmente il Codice della Strada vieta l’uso del cellulare al volante in qualsiasi situazione: non puoi chiamare, inviare messaggi, usare chat, cercare informazioni su internet o inserire l’impostazione della navigazione satellitare. In sostanza, devi tenere le mani sul volante!

Il motivo, come abbiamo detto sopra, è molto semplice. Il 16,2% del totale degli incidenti – ovvero ben 36 mila incidenti provocati nel 2017 – è dovuto alla distrazione che comporta l’uso del cellulare. 

Secondo recenti studi, usare lo smartphone durante la guida è come essere ubriachi: abbassa la soglia di attenzione rendendola del tutto simile a quella di chi guida con un tasso alcolemico nel sangue pari a 0,8 g/litro.

I trasgressori rischiano a una multa che va da 161 euro a 647 euro, e la decurtazione di 5 punti dalla patente; e nel caso di una nuova multa, nei 24 mesi successivi al primo verbale, si rischia una equivalente a quella precedentemente elencata, con la sospensione della patente da 1 a 3 mesi. 

Le novità del Codice della strada 2020

Se questi provvedimenti ti sembrano fin troppo salati, sappi che nel 2020 lo diventeranno molto di più! Lo scorso luglio, infatti, la Commissione Trasporti ha approvato le nuove norme che prevedono un forte aumento delle multe. Nello specifico, si partirà da un minimo di 422 euro a un massimo di 1.697 euro, senza dimenticare la sospensione della patente fino a 3 mesi in caso di reiterazione.

Ma le novità non sono finite. Un’altra innovazione presente nel nuovo Codice della Strada 2020 riguarda la possibilità di notifica della multa tramite posta elettronica certificata: se sei in possesso di un indirizzo PEC ti potrà essere notificato il verbale di contestazione, direttamente per via telematica. 

Inoltre, viene eliminato l’obbligo di dover presentare patente e libretto durante un classico controllo. Questo perché d’ora in poi i controlli verranno fatti direttamente via telematica.

Buone norme da seguire al volante

“La prudenza non è mai troppa”, si dice, e queste misure anche se severe servono principalmente per garantire la nostra sicurezza, specialmente nel caso dei guidatori giovani. Ad ogni modo, al di là dell’esperienza e dell’età, è sempre bene rileggersi qualche buon consiglio da seguire mentre si è al volante:

  • Ricordati di tenere le cinture sempre allacciate e fai in modo che anche i tuoi passeggeri facciano lo stesso
  • Non guidare se sei stanco o se hai bevuto un po’ troppo (non conta quanto ti senti vigile in quel momento!)
  • Rispetta sempre i limiti di velocità, anche se ti sembrano esagerati
  • Non usare lo smartphone quando sei al volante
  • Se non hai il navigatore in macchina, verifica la strada prima di metterti al volante
  • Non mangiare e non bere… La tua attenzione deve essere rivolta alla strada
  • Guida con prudenza soprattutto la sera
  • Aumenta la distanza di sicurezza in caso di pioggia
  • Ricordati di Revisionare l’Auto

Cerca

Categorie

Articoli in evidenza

HVO carburante: cos’è e cosa sapere

buoni carburante aquila

Buoni carburante Aquila: scopri come funziona questo servizio

AQUILA HOW TO

Bollo auto: quanto costa e come pagarlo

Passaggio di proprietà

Passaggio di proprietà 2018: per chi è obbligatorio, quando va fatto, come si calcola

Articoli correlati

Articoli in evidenza

×