Social: Facebook
Area riservata
Innovazione & tecnologia viaggi in moto

Pronto per la tua vacanza on the road su due ruote? Ecco 7 oggetti indispensabili che non possono mancare nella tua moto se sei in procinto di fare un viaggio all’insegna dell’avventura ma anche pratico e sicuro. Dal navigatore al telepass per moto, passeremo in rassegna i must have per quest’estate 2018.

7 oggetti indispensabili da portare con te in moto

 

Telepass per moto

Pratico, utile e ti permetterà di accedere alle corsie preferenziali. Il Telepass è un aiuto intelligente che ti permette di evitare le lunghe file che spesso caratterizzano le nostre autostrade durante i periodi di vacanza. E con il caldo di agosto non è poco!

Tramite il dispositivo Telepass e l’utilizzo della tecnologia transponder puoi entrare ed uscire da tutti i caselli autostradali d’Italia senza fermarti mai. E da quest’anno con il nuovo Telepass europeo puoi viaggiare liberamente sulla rete autostradale italiana, francese, spagnola e portoghese con un unico dispositivo.

Inoltre, oltre al pedaggio, potrai pagare anche i parcheggi nelle principali città di Italia, Francia e Spagna. Il costo è di soli 6 euro, più 2,40 euro per ogni mese di utilizzo in Francia; 2,40 euro per ogni mese di utilizzo nella Penisola Iberica (Spagna e Portogallo).

Ma non è finita, per i possessori di motoveicoli è prevista una tariffa agevolata con una riduzione del 30% attiva fino al 30 giugno 2019 su tutte le tratte autostradali delle Concessionarie aderenti. Per chiedere la riduzione è necessario avere un contratto Telepass Family.

Navigatore GPS per moto

Immagina di stare in moto e di doverti fermare più volte per controllare la strada. Andare all’avventura è un conto, rischiare di perdersi è un altro. Ecco quindi che diventa indispensabile avere con sé un sistema di navigazione per moto.

Progettati diversamente rispetto ai modelli per auto, hanno dimensione e caratteristiche essenziali per le due ruote: non fare quindi l’errore di pensare che andrà bene anche quello che hai in macchina.

I GPS per moto devono essere resistenti alle elevate temperature e in caso di urti, e molto più maneggevoli e leggeri. In più devono essere impermeabili, caratteristica essenziale in caso di pioggia, e avere una corretta amplificazione in modo da poter udire adeguatamente le indicazioni.

In virtù di questo, al momento dell’acquisto, è consigliabile sceglierne uno con sistema Bluetooth così da poter collegare il GPS direttamente al proprio auricolare. Infine, sempre al momento della scelta, valuta la durata della batteria e qualità dello schermo touch screen che dovrà essere sensibile non solo al normale tocco effettuato con le dita nude, ma anche con i guanti.

Il costo va dai 150 euro per modelli già sofisticati agli oltre 300 per quelli più leggere e con supporto a vita per quanto riguarda l’aggiornamento delle mappe, spesso consultabili anche senza segnale GPS.

Interfono per moto

Condividere un viaggio in moto è stupendo. Scoprire paesaggi, curva dopo curva, con un’altra persona può essere un’esperienza fantastica, l’unico neo potrebbe essere la comunicazione tra te e il tuo passeggero.

Per non essere costretto a inventare un codice segreto per segnalare il bisogno di una sosta o solo per dare un’informazione, è indispensabile comprare un interfono per moto. Fidati, dopo averlo provato la prima volta, il tuo passeggero ti chiederà di usarlo anche per i tragitti più brevi!

In base alle tue necessità, puoi optare per il modello più indicato a seconda: della funzionalità – ovvero vuoi comunicare esclusivamente con il passeggero o anche con un altro pilota e collegare contemporaneamente smartphone e navigatore; compatibilità, gestione, qualità del suono o semplicemente del suo costo.

Supporto riposa polso per acceleratore

Devi fare un lungo viaggio e la prima tappa è a 10 ore di distanza. Senti già dolore alla mano? Progettato (soprattutto) per i lunghi spostamenti autostradali e sulle strade a scorrimento veloce, questo supporto ti permette di gestire il gas senza dover stringere la manopola.

 Il che significa una netta riduzione di dolori e crampi al polso, dovuti allo sforzo prolungato di tenere la mano fissa sulla manopola. Viene montato sopra la manopola dell’acceleratore e ha già diviso gli amanti dei motori in due fazioni: chi lo ama e chi, naturalmente, lo odia.

Cuscino sella

Dopo tante ore di viaggio sulla moto, il nostro fondo schiena comincia ad essere indolenzito. Una buona idea per questa estate 2018 è quella di comprare un cuscino da sella. Esistono modelli in gel, gonfiabili e una combinazione di entrambe le tecnologie, con costi abbastanza accessibili. Provare per credere!

Borsa da manubrio

Pensi sia una buona idea tenere il portafogli in tasca mentre sei in moto sull’autostrada? O riempire le tasche del tuo giubbotto con chiavi, portamonete e snack? Un’ottima soluzione potrebbe essere quella di acquistare una borsa da manubrio per moto. In commercio ci sono modelli dotati di copertura antipioggia e di cinghie per diventare all’occorrenza anche un pratico marsupio.

Kit emergenza

Non farti trovare impreparato e prima di partire, oltre a effettuare una revisione della moto dal meccanico, prepara il tuo kit di emergenza con il kit ripara gomme, bomboletta per ingrassare la catena, fascette di plastica, un nastro adesivo e un nastro americano (telato). Da non dimenticare il kit di cacciaviti a croce e a taglio e il set di chiavi a brugola (o torx, a seconda del modello della moto), mini-tronchesi, pinze, un po’ di fil di ferro, una bomboletta di svitol, una scatolina di bulloni e viti della tipologia e della misura di quelli presenti sulla moto, un coltellino svizzero e infine una torcia elettrica anche piccola per le eventuali riparazioni di notte.

3 consigli sull’abbigliamento per moto

Solo poche raccomandazioni sull’abbigliamento che dovrà essere sempre di qualità e antipioggia:

  1.  usa solo abbigliamento raccomandato e adeguato per la moto: dai giubbotti imbottiti alle scarpe, tutto impermeabile e resistente.
  2. paracollo e se pensi possano esserti utili dei tappi per le orecchie (chiedi consiglio al tuo medico su quale usare in questo caso).
  3. giubbotto catarifrangente per avere una maggiore visibilità soprattutto di notte.
Condividi: