Social: Facebook
Area riservata
News fatturazione elettronica

Con l’intento di aumentare la capacità dell’amministrazione pubblica di prevenire e contrastare efficacemente l’evasione fiscale e le frodi IVA, con la Legge di bilancio 2018, sono state introdotte nel nostro ordinamento una serie di novità, tra cui la fatturazione elettronica.

Fatturazione elettronica 1 luglio 2019: gasolio e benzina

A partire dal 1° gennaio 2019, tra le novità emerge l’obbligo di fatturazione elettronica per la cessione di beni e le prestazioni di servizi tra soggetti residenti, stabiliti o identificati nel territorio dello Stato.

Tale obbligo è stato anticipato al 1° luglio 2018 per le fatture relative a cessioni di gasolio o di benzina (in questa prima fase rimangono fuori metano e gpl) destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori autotrazione. Quindi dai primi di luglio, non sarà più possibile utilizzare la carta carburante e la cessione dovrà necessariamente essere documentata con l’emissione di fattura elettronica.

Sempre nell’ambito dei carburanti, sono state introdotte specifiche disposizioni in tema di deducibilità dei costi d’acquisto e di detraibilità dell’IVA, limitando le stesse all’utilizzo di particolari mezzi di pagamento.

Ovvero, si impone l’utilizzo di carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari, vaglia postali, bonifici, carte e buoni carburante, come forme di pagamento tracciabile diverse dal contante.

Cos’è la fattura elettronica?

La fattura elettronica è un sistema informatico di emissione, trasmissione, ricezione e conservazione delle fatture che sostituisce il supporto cartaceo.

La trasmissione delle fatture elettroniche avviene attraverso un Sistema di Interscambio (SDI) che controlla i contenuti di cui l’autenticità dell’origine e l’integrità del contenuto – tali documenti sono comunque sempre garantiti dall’apposizione della firma elettronica qualificata di chi emette fattura.

È sempre l’SDI che inoltra le fatture sia all’Agenzia delle Entrate che ai soggetti destinatari (tramite pec, web service ecc.).

Come funzione la fattura elettronica

La fatturazione potrà essere immediata oppure differita – ovvero emessa per le operazioni effettuate nello stesso mese solare nei confronti del medesimo soggetto purché rechino il dettaglio delle operazioni – entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione delle medesime.

In fattura dovranno essere riportati:

  • data
  • generalità del cedente, del cessionario e dell’eventuale incaricato del trasporto
  • descrizione della qualità e della quantità dei beni ceduti

L’annuncio della definitiva messa in pensione della carta carburante e dell’introduzione della fattura elettronica ha creato non poca agitazione nel settore, ma in Aquila Energie ci siamo messi subito al lavoro con i nostri partner per progettare soluzioni efficaci e di facile utilizzo e soprattutto per semplificare la fruizione del servizio da parte dei nostri clienti.

Per saperne di più rivolgiti ai gestori dei nostri distributori Aquila.

 

Condividi: